Sonymusic-Centurymedia

SCORPIONS

 

SCORPIONS

 

Nel 2015 gli Scorpions hanno festeggiato 50 anni di longeva carriera, che li ha portati a realizzare 18 albums in studio + 3 live ed a calcare in lungo e largo i palchi di mezzo mondo.

La loro storia infinita inizia ad Hannover per mano di Ridolph Schenker , eclettico chitarrista rock. La band vive - come spesso accade in questi casi - iniziali problemi di line up, soprattutto legati all'altalenante presenza nel gruppo di Michael, fratello di Rudolph, virtuoso chitarrista col vizio del bere. Gli Scorpions debuttano in Europa aprendo per gli inglesi Ufo e Michael, attratto da sogni di gloria lascia quasi subito i suoi per unirsi al l'allora più quotata è conosciuta band hard rock. Parliamo del periodo compreso tra il 1972- data in cui vede la luce il primo album Lonesome Crew - ed il 1974 quando a partire da Fly to The Raimbow Ultich John Roth diventa l'axe hero al fianco di Rudolph. È considerata la prima fase della vita artistica di questa band, che si protrarrà sino al 1977 circa attraverso altri tre albums, In Trance (75), Virgin Killer (76) e Taken by force (77). Una nuova fase, forse la più interessante, scaturisce dal l'innesco di Matthias Jabs nella line up al posto di Roth. Nel frattempo il batterista Hermann Rarebell ed il bassista Francis Bucholz hanno trovato un posto stabile nella band. “Lovedrive” è l'album che segna l'inizio di una nuova era. Il settimo disco contiene brani destinati a diventare classici come "Loving you sunday morning", "Holiday" e "Coast to Coast". La copertina che ritrae un seno nudo di donna gli costa infinite polemiche e l'ostracismo di diversi negozi che rifiutano di vendere il disco. È anche il periodo in cui il sempre più malconcio Michael Schenker fa una fugace riapparizione nella band, mettendo in discussione, per fortuna solo per poco, il ruolo di Jabs. “Animal Magnetism” del 1980 conferma che la formazione di Hannover ha decisamente cambiato passo. E il disco di "Lady star light " e "The Zoo" e proietta gli Scorpions nell'Olimpo del metal rock internazionale. “Blackout”dell’82 registrato tra Francia e Germania, fa superare nei soli States quota un milione di copie vendute grazie alla stessa title track, "Cant live without you" e la super classica "Dynamite". Una curiosità, i cori di quel disco sono di Don Dokken! Klaus Meine , nella band dall’inizio insieme a Rudolph Schenker e ormai in vocalist affermato ed apprezzato grazie al suo stile inconfondibile. E così si arriva a “Love at first Sting”, universalmente riconosciuto il miglior disco degli Scorpions, datato 1984. Negli States arriva al 6 posto in classifica e frutta 3 dischi di Platino per oltre tre milioni di copie vendute. Èl'album della consacrazione che porta Meine e soci in vetta sulle note di "Rock you like a hurricane" e "Still loving you". “Animal Magnetism “del 1988 esce ben 4 anni dopo, perché gli Scorpions restano più di due anni in tour e realizzano un clamoroso doppio album live intitolato World Wide Live. Savage Amusements è inevitabilmente un album meno d'impatto del precedente, ma non ridimensiona il successo e la popolarità della band. Gli Scorpions però si apprestano a chiudere idealmente una delle fasi migliori artisticamente e commercialmente, con Crazy World, ottimo album di heavy rock che ha il merito tra l'altro di contenere "Wind of change" Il pezzo, associato idealmente alla caduta del muro di Berlino, espone gli Scorpions ad un grado di popolarità globale. Senza contare le vendite con oltre un milione di copie in Germania e due negli Stati Uniti. La discografia degli Scorpions negli anni 90 si fa occasionale con appena altri 3 albums pubblicati. Nel 2004 approdano in Bmg con Unbreakable e dal successivo Humanity uscito tre anni dopo con Sony Music. La loro storia recente vede un album in studio, Sting of The Tail pubblicato nel 2010, un unplugged live X Mtv registrato ad Atene nel 2013 ed un disco di cover nel 2011 senza dimenticare Moment of Glory con la BerlinPhilarmonic Orchestra del 2000. Sino ad arrivare a Return to forever pubblicato nel 2016