Sonymusic-Centurymedia

cat-scratch-fever-2

LA RECENSIONE DI CAT SCRATCH FEVER

Personaggio assai singolare ed istrionico il chitarrista Ted Nugent di Detroit, Michigan, messosi in luce nella seconda metà degli anni 70 quasi esclusivamente negli States con un rock veloce e graffiante archetipo dell’heavy. Dal 1975 in poi il biondo Ted sforna un disco dopo l’altro, aiutato dai favori delle emittenti radio americane che lo individuano in un axe hero a stelle e strisce. Il successo e la popolarità arrivano nel 1977, quando vede la luce “Cat Scratch Fever”, terzo capitolo della sua carriera da solista dopo l’esperienza con gli The Amboy Dukes. CSF apre una sequenza di tre dischi che ancora oggi costituiscono la spina dorsale di tutta la discografia di Nugent. E’ un rock duro e ben suonato quello di “Cat Scratch Fever” con alla chitarra ritmica Derek St.Holmes futura spalla di Michael Schenker nel MSG. L’album è una sorta di instant winner negli States dove raggiunge le tre milioni di copie vendute. A parte la title track che apre la tracklist, si segnalano “Death by misdventure” ed il midtempo “Live it up” che sintetizza perfettamente il sound di quegli anni e mette il funambolico Ted al centro della scena. In una versione riproposta nel 1999 contiene due brani dal vivo incisi all’Hammersmith Odeon di Londra nel 1977 , proprio in occasione del tour europeo di cat Scratch Fever, e più precisamente la title track e “Wang Dang Sweet Poomtang” e naturalmente una rimasterizzazione accurata di un disco che inevitabilmente suona estremamente seventies. Le cose migliori arrivano nel bel mezzo dell’album con la strumentale “Home bound” e con le blueseggianti “Working Hard playing Hard” e “Sweet Sally”. Lo stile di Nugent è piuttosto ruvido ed autoctono e rivela le radici fortemente intrise di blues del suo stile musicale. “Cat Scratch Fever “ è in questo senso una sorta di rivoluzione strumentale che eleva Nugent nell’Olimpo dei chitarristi hard rock più famosi negli States. Una fama che solo occasionalmente gli ha consentito di valicare i confini americani ed approdare in Giappone ed oltreoceano. Inserito nel suo contesto storico musicale “Cat Scratch Fever” è un disco importante ed un documento pregevole di come il rock stava cambiando in quegli anni negli States. Impossibile non menzionare le cover di “Cat Scratch Fever” eseguite negli anni da Motorhead e Pantera a rendere giusto tributo al talento di Ted Nugent.

Paolo Maiorino

ITUNES BUTTON amazon button

 
 

Cat Scratch Fever – 00:03:39
Wang Dang Sweet Poontang – 00:03:16
Death by Misadventure – 00:03:30
Live It Up – 00:04:00
Homebound – 00:04:44
Workin' Hard, Playin' Hard – 00:05:43
Sweet Sally – 00:02:32
A Thousand Knives – 00:04:46
Fist Fightin' Son of a Gun – 00:02:49
Out of Control – 00:03:27
Cat Scratch Fever – 00:04:52
Wang Dang Sweet Poontang – 00:05:44